“Siate santi come Dio è santo”; “siate perfetti come perfetto è il Padre vostro”, «il quale fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti» (Mt 5,45). E’ buono. Dio dà i suoi beni a tutti. “Ma se quello sparla di me, se quello me l’ha fatta grossa, se quello mi ha…”. Perdonare. Nel mio cuore. Questa è la strada della santità; e questo allontana dalle guerre. Se tutti gli uomini e le donne del mondo imparassero questo, non ci sarebbero le guerre, non ci sarebbero. La guerra incomincia qui, nell’amarezza, nel rancore, nella voglia di vendetta, di farla pagare. Ma questo distrugge famiglie, distrugge amicizie, distrugge quartieri, distrugge tanto, tanto… “E cosa devo fare, Padre, quando sento questo?”. Lo dice Gesù, non lo dico io: «Amate i vostri nemici» (Mt 5,44). “Io devo amare quello?” – Sì – “Non posso” – Prega perché tu possa -. «Amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano» . “Pregare per quello che mi fa del male?” – Sì, perché cambi vita, perché il Signore lo perdoni. Questa è la magnanimità di Dio, il Dio magnanimo, il Dio dal cuore grande, che tutto perdona, che è misericordioso. “E’ vero, Padre, Dio è misericordioso”. E tu? Sei misericordioso, sei misericordiosa, con le persone che ti hanno fatto del male? O che non ti vogliono bene? Se Lui è misericordioso, se Lui è santo, se Lui è perfetto, noi dobbiamo essere misericordiosi, santi e perfetti come Lui.

 

Questa è la santità. Un uomo e una donna che fanno questo, meritano di essere canonizzati: diventano santi. Così semplice è la vita cristiana. Io vi suggerisco di incominciare dal poco. Tutti abbiamo dei nemici; tutti sappiamo che quello o quella sparla di me, tutti lo sappiamo. E tutti sappiamo che quello o quella mi odia. Tutti sappiamo. E incominciamo dal poco. “Ma io so che costui mi ha calunniato, ha detto di me cose brutte”. Vi suggerisco: prenditi un minuto, rivolgiti a Dio Padre: “Quello o quella è Tuo figlio, è Tua figlia: cambia il suo cuore. Benedicilo, benedicila”. Questo si chiama pregare per quelli che non ci vogliono bene, per i nemici. Si può fare con semplicità. Forse il rancore rimane; forse il rancore rimane in noi, ma noi stiamo facendo lo sforzo per andare sulla strada di questo Dio che è così buono, misericordioso, santo e perfetto che fa sorgere il sole sui cattivi e sui buoni: è per tutti, è buono per tutti. Dobbiamo essere buoni per tutti. E pregare per quelli che non sono buoni, per tutti.

(Papa Francesco)